Perché scegliere gli infissi a marchio Sypri

Perché scegliere gli infissi a marchio Sypri

 

Marcatura CE

Dal 2 febbraio 2010 è diventata obbligatoria la marcatura CE anche per finestre e porte esterne. Il marchio CE, deve essere riportato obbligatoriamente su tutti i serramenti. La marcatura CE è ora obbligatoria e costituisce il sistema al quale tutti i costruttori di infissi, facciate continue, chiusure oscuranti, cancelli e porte industriali e da garage, evacuatori di fumo e calore devono uniformarsi per poter vendere il propri prodotti nell'Unione Europea. Il marchio CE è una dichiarazione del fabbricante relativa alla conformità  dei serramenti forniti conseguente al soddisfacimento dei seguenti requisiti essenziali:

  • resistenza meccanica e stabilità;
  • resistenza all'aria, all'acqua ed al vento;
  • sicurezza in caso d'incendio;
  • igiene, salute e ambiente;
  • sicurezza nell'impiego;
  • protezione contro il rumore;
  • risparmio energetico.

E' bene evidenziare che la marcatura CE non costituirà un criterio di scelta per l'utente/cliente in quanto obbligatoria per tutti i serramenti immessi sul mercato.

Detrazione fiscale

Con la detrazione fiscale del 50% sostituire gli infissi ed installare schermature solari (persiane, avvolgibili, tende, pergole, zanzariere) conviene. Il desiderio di apportare migliorie alla tua casa ora può diventare realtà.

La sostituzione degli infissi e l'installazione di schermature solari che riqualificano energeticamente la tua casa, infatti, ti permette di accedere alla detrazione dall’imposta lorda sul reddito per una quota pari al 50% della spesa sostenuta, fino ad un valore massimo di detrazione di euro 60.000, da ripartire in parti uguali in 10 anni.

La legge di Stabilità 2018 ha stabilito una detrazione del 50% per interventi di riqualificazione energetica degli edifici fino al 31 dicembre 2018 e la proroga della detrazione 50% per i lavori di ristrutturazione. Valido sia per le persone fisiche che per le persone giuridiche.

Approfittane in tempo.

Design su misura

Un’azienda orientata verso il cliente, deve essere attenta anche al soddisfacimento delle sue esigenze particolari. Per questo la fase del sopralluogo è fondamentale per il recepimento di tali esigenze, di cui va tenuto conto nella fase di progettazione, prima, e nelle fasi di realizzazione ed installazione poi.

Design su misura è cercare di raggiungere, attraverso la progettazione dedicata, la perfetta integrazione tra i prodotti e la massima attenzione in fase di installazione, proprio l’obiettivo della realizzazione di prodotti in grado di conciliare al meglio le esigenze tecniche generali con le esigenze particolari del cliente.

Isolamento termico e acustico

Isolamento acustico

Il rumore misurato in decibel (dB) viene percepito come oscillazione della pressione aerea captata dall’orecchio e trasmessa al cervello. I rumori non sono tutti uguali, e si possono anche classificare in base ad una scala d’intensità variabile da 0 a 130, limite presso il qual è fissata la soglia del dolore.

L’isolamento acustico, serve a riportare qualunque tipo di rumore entro una soglia accettabile per il nostro orecchio. Le finestre hanno una funzione importante nella riduzione del rumore proveniente dall’esterno. L’isolamento acustico di una finestra, il suo potere fonoisolante (Rw), viene misurato in decibel (dB): quanto maggiore è tale valore, tanto migliore è l'isolamento acustico dell'infisso, ossia tanto maggiore è la protezione acustica che riesce ad offrire.

L’isolamento acustico rappresenta, quindi, il valore di abbattimento acustico che la barriera attraversata dal suono riesca a garantire. L’isolamento acustico delle finestre dipende dal materiale del telaio, dal vetro, dalla tenuta della finestra e dal raccordo con l’opera muraria.

Isolamento termico

La trasmittanza termica (U) è un termine energetico che indica la misura della quantità di calore che persa per metro quadro, in condizioni stazionarie, per effetto di una differenza di temperatura tra interno ed esterno.

L’unità di misura attraverso cui si indicano le capacità isolanti di una finestra è il valore Uw (dove w sta per window, ossia finestra): quanto minore è tale valore, tanto migliore risulterà essere l’isolamento termico dato dalla finestra. Nella scelta di un infisso è, perciò, fondamentale fare attenzione anche al valore Uw, perché tale valore è strettamente legato al risparmio energetico: maggiore isolamento termico significa minimizzare la dispersione di calore e questo è un obiettivo primario, soprattutto se si pensa che in una casa circa il 25% del calore può essere dispersa attraverso le finestre.

Ogni elemento costituente l'infisso finito contribuisce in maniera sostanziale alla prestazione globale del sistema in termini di trasmittanza termica e tra questi i più importanti risultano sicuramente il vetro ed i profili costituenti.

Pertanto attraverso una scelta attenta dei materiali da utilizzare per la realizzazione delle finestre e disponendo correttamente le superfici da destinare a finestra nella fase progettuale è possibile incidere in maniera significativa sul bilancio energetico dell’edificio in maniera da ridurre le spese di riscaldamento.

Risparmio energetico

In qualsiasi abitazione è diretto il legame tra la presenza di infissi a marchio CE ed il risparmio energetico.

Di tutta l’energia utilizzata in una stagione per riscaldare e condizionare un’abitazione, infatti, una parte viene dispersa proprio dalle strutture - tetto, muri, finestre. Uno dei modi per risparmiare ogni anno combustibile è proprio quello di limitare le fughe di aria calda attraverso i vetri e gli infissi delle finestre. La cattiva tenuta dei serramenti e le infiltrazioni provocano, infatti, dei rinnovi d’aria eccessivi, con relative dispersioni di calore; attenzione va posta anche ai cassonetti degli avvolgibili, che rappresentano uno dei punti di notevole dispersione di calore, perché spesso non isolati.

Pertanto, a conti fatti, risulta vantaggiosa l’installazione di infissi e di complementi isolanti, perché a fronte di una spesa iniziale, si può risparmiare dal 20% al 40% fin dal 1° anno, sul consumo totale di combustibile consumato per riscaldare un’abitazione, con benefici notevoli sulla bolletta energetica.